E primme vase tuoi ll’aggia avute io

Sabato 11 febbraio ore 21

Domenica 12 febbraio ore 19

 

e-primme-vase-tuoie

 

con

Lalla Esposito

Pianoforte e arrangiamenti Antonio Ottaviano

Sax e Clarinetto Saverio Giugliano

Contrabbasso Gianluigi Pennino

Un viaggio nell’aspra visceralità dell’amore, attraverso le parole, la musica e le canzoni che caratterizzano l’universo teatrale di Raffaele Viviani. Lalla Esposito disegna delle traiettorie non scontate della vita e dell’universo creativo del drammaturgo stabiese, che nelle sue opere ha avuto come riferimento costante il mondo popolare, quello degli ultimi, degli inascoltati. E’ partito da loro per indagare l’umanità intera e descrivere, senza sconti, le evidenti e ingiuste contraddizioni che da sempre la torturano, nelle quali annegano, senza speranza di redenzione, le profonde fragilità degli uomini. Lo spettacolo diventa così un rispettoso e personale richiamare in scena le anime popolari e dolenti di Viviani, senza strizzatine d’occhio alla facile oleografia, per far risuonare, ancora una volta, la voce autentica di scugnizzi, guappi, prostitute e altri abitanti di un mondo a cui l’autore ha saputo restituire una realistica e cruda oggettività. Un drammaturgo la cui forza espressiva supera le volubili mode e le fisiologiche limitazioni della lingua, un napoletano capace di smuovere le viscere delle emozioni, permettendo a Viviani di confermarsi come indiscusso e necessario protagonista del teatro italiano anche in questo nuovo secolo.

Recensioni

napoliflash24