Punto magazine

Da sabato 10 settembre 2016 ha preso il via l’avventura dell’associazione Caos Teatro, una nuova realtà culturale che nasce a Villaricca, proponendosi come spazio di dialogo, crescita e interazione con e tra le persone.

Da sabato 10 settembre 2017 ha preso il via l’avventura dell’associazione Caos Teatro, una nuova realtà culturale che nasce a Villaricca, proponendosi come spazio di dialogo, crescita e interazione con e tra le persone. Nel corso della serata, condotta da Teresa Di Guida e Giuseppe Roncioni, rispettivamente presidente e direttore artistico del Caos Teatro, sono presentati i laboratori di canto, cinema, danza, fotografia, recitazione e scrittura creativa e “TORNO SUBITO”, il programma degli eventi, 10 spettacoli teatrali e 6 concerti, organizzati per la stagione 2016/17.

“TORNO SUBITO” è da intendersi come una pausa consigliata, una necessaria e godibile presa di distanza dal quotidiano, operando una sospensione dei ritmi consueti per allinearsi al bisogno di ritagliarsi uno spazio e un tempo per restare in compagnia solo di se stessi. Calato il sipario c’è di nuovo la vita che ci attende, con la quale si riprende contatto con occhi più bisognosi di scovare nella realtà, in un costante movimento di ricerca, indispensabili tracce di vera bellezza. Due eventi al mese, da ottobre 2016 a maggio 2017, per dare spazio, in maniera consapevolmente parziale, ad alcune espressioni della vivace e multiforme realtà teatrale e musicale della nostra regione, concedendosi anche uno sconfinamento in Toscana.

Si parte sabato 8 ottobre 2016, alle 21, con gli ASHRAM IN CONCERTO, formazione partenopea attiva da quasi vent’anni nel panorama darkwave internazionale che, in attesa dell’imminente uscita di Human and Divine, loro terzo album, propongono un emozionante viaggio nella loro musica, contrassegnata dal sorprendente dialogo che Luigi Rubino, Sergio Panarella e Edo Notarloberti, riescono ad instaurare tra piano, voce e violino. Sabato 22 ottobre 2016, alle 21 e domenica 23 ottobre 2016, alle 19, sarà la volta di NEVROTIKA VOLUME 1-2-3, spettacolo scritto e diretto da Fabiana Fazio, con Fabiana Fazio, Valeria Frallicciardi, Giulia Musciacco. Vincitore delle sezioni “migliore sceneggiatura” e “migliore regia” al premio LI CURTI 2016 di Cava dei Tirreni, Nevrotika si propone di attraversare, con uno sguardo ironico, tagliente ed esorcizzante, le conseguenze che una società “sempre più malata” come la nostra può avere sui singoli individui, al fine di creare un vero e proprio “catalogo completo” dei disadattati.

Sabato 12 novembre 2016, ore 21 e domenica 13 novembre 2016, ore 19, MATREMO TEATRO – Sagome. Nuove Conformazioni Teatrali presenta MAMMA Piccole tragedie minimali, spettacolo “vincitore del premio Scrofa d’oro 2016 nell’ambito del Festival Troia Teatro – Eceplast”, dal testo di Annibale Ruccello, ideazione e adattamento di Angela Garofalo e Monica Palomby, progetto a cura di Michele Vitolini, con Roberta Frascati, Angela Garofalo, Monica Palomby, Caterina Di Matteo, regia collettiva Matremo teatro. Uno spettacolo che nasce da una forte e precisa esigenza: affrontare il femminile nella sua totalità fino ad arrivare alla sua forma più alta, la maternità, con i sentimenti che questa comporta: frustrazioni, dolori e purissime forme d’amore. I quattro personaggi del testo attraversano i loro lati oscuri, accomunati scritto e dallo stesso nome di Maria, richiamando la Madre per eccellenza, la Madonna.

Sabato 26 novembre 2016, alle 21 e domenica 27 novembre 2016, alle 19, il Teatro dell’Osso presenta IL FULMINE NELLA TERRA Irpinia 1980, scritto e diretto da Mirko Di Martino, con Orazio Cerino. Si parte da una data, il 23 novembre 1980 e da quei terribili cento secondi in cui l’Irpinia fu squassata dal terremoto. Sono trascorsi trentasei anni da quel giorno. Le case sono state ricostruite, i morti compianti, le strade inaugurate, i fondi spesi. Ma la terra continua a tremare, perché i conti con il passato sono ancora aperti, perché c’è ancora qualcosa che aspetta di essere recuperato.

Sabato 10 dicembre 2016, alle 21 e domenica 11 dicembre 2016, alle 19, Libera Scena Ensemble presenta SIGMUND & CARLO, scritto e diretto da Niko Mucci, con Niko Mucci e Roberto Cardone. Due vecchi esibizionisti in competizione per la conquista di una panchina e di un lampione. I due sono forse Freud e Marx, sopravvissuti al loro tempo e alla degenerazione del loro pensiero. Uno spettacolo basato sulla riflessione relativa all’abuso interpretativo delle idee e delle ideologie e, soprattutto, un accorato appello al senso della responsabilità collettiva. Un testo che fa sorridere e ridere spesso, ma che lascia un che di amaro, nel suo rifiutare possibili letture positive e di speranza.

Per sabato 17 dicembre 2016, alle 21 è previsto il concerto del VIRGINIA SORRENTINO TRIO. Accompagnata dalla chitarrista Alessandro Castiglione e dal contrabbassista Marco de Tilla, la voce di Virginia Sorrentino, in grado di dipingere con colori vivi la sottile anima delle emozioni, si spingerà a ricreare in maniera personale standard classici e a rileggere, secondo una chiave di lettura unica, brani pop conosciuti dal grande pubblico.

Sabato 14 gennaio 2017, alle 21 e domenica 15 gennaio 2017, alle 19, 2016 Mutamenti/ Teatro Civico 14 e Murìcena Teatro presentano CHIROMANTICA ODE TELEFONICA AGLI ABBANDONATI AMORI, uno spettacolo di e con Roberto Solofria e Sergio Del Prete, i quali curano anche la regia, tratto dalle opere di Enzo Moscato, Giuseppe Patroni Griffi, Annibale Ruccello e Francesco Silvestri, che hanno come caratteristica comune quella di creare personaggi in grado di esplorare al di là del sessuale ordinario, con tutte le implicazione sociali e politiche che tale ricerca comporta. I loro personaggi masticano pensieri e rigurgitano fantasmi, ai quali si finisce per attribuire una consistenza credibile perché aderenti alla realtà sociale che ci circonda.

Per il 28 gennaio 2017, alle 21, è programmato CONCERTO AL BUIO, con il violinista Edo Notarloberti, accompagnato da Caterina Bianco, violinista e voce del trio e da Martina Mollo al piano. Tre musicisti sul palco, nascosti dal buio, senza il supporto di spartiti, solo con i loro strumenti. Il buio invaderà anche la sala, lasciando gli spettatori in uno stato iniziale di affascinante sorpresa. Quando tutti saranno entrati a pieno nel mondo dell’oscurità, subentrerà un elemento nuovo: la magia assoluta della musica. Non solo il pubblico sarà coinvolto emotivamente, ma saranno gli stessi musicisti ad accettare la sfida di confrontarsi e cooperare, in modo assolutamente singolare, nel mondo dell’oscurità.

Sabato 11 febbraio, alle 21 e domenica 12 febbraio 2017, alle 19, andrà in scena E PRIMME VASE TUOI LL‘AGGIA AVUTE IO – L’amore per Raffaele Viviani con Lalla Esposito. Un viaggio nell’aspra visceralità dell’amore, attraverso le parole, la musica, le canzoni, il teatro di Raffaele Viviani. Lalla Esposito disegna delle traiettorie non scontate della vita e dell’universo creativo del drammaturgo stabiese, che nelle sue opere ha avuto come riferimento costante il mondo popolare, quello degli ultimi, degli inascoltati. Il 25 febbraio 2017, alle 21, ci sarà “ELLA & LUOIS” con Carlo Lomanto, voce e guitass (chitarra/basso) ed Emilia Zamuner, voce. Con questo concerto, Carlo Lomanto, docente di canto jazz al Conservatorio di Cosenza e di Napoli ed Emilia Zamuner, vincitrice nel 2016 della XX edizione del premio Massimo Urbani, vogliono rendere un tributo a Ella Fitzgerald e Louis Armstrong, due miti assoluti del jazz.

Sabato 11 marzo 2017, alle 21 e domenica 12 marzo 2017, alle 19, sarà la volta di FEBBRE PER IL COMMISSARIO RICCIARDI di Maurizio de Giovanni, con Paolo Cresta. La passione è una febbre con la quale il commissario Luigi Alfredo Ricciardi deve confrontarsi ogni giorno. E’ il maggio del 1932, Ricciardi si muove nel dedalo intricato dei vicoli napoletani, nelle orecchie tre numeri; negli occhi l’immagine di un uomo morto, nella mente un unico pensiero: la passione, una febbre che uccide.

Sabato 25 marzo 2017, alle 21 e domenica 26 marzo 2017, alle 20 il Te.Co. (Teatro di Contrabbando) presenta IL BACIAMANO di Manlio Santanelli, con Chiara Vitiello e Luigi Credendino, musica dal vivo Valerio V. Bruner e regia di Luca Sangiovanni. Corre l’anno 1799. Sullo sfondo c’è una Napoli in pieno rigurgito rivoluzionario; una parentesi storica che incornicia l’incontro forzato tra Janara e un giacobino. In che modo, oltre il tanfo perpetuo di impossibilità che consuma, come una condanna, la vita di Janara, lei riuscirà a gestire una fulminea esplosione di vita che legherà inaspettatamente il proprio destino a quello di quell’uomo, così apparentemente distante da lei?

Sabato 8 aprile 2017, alle 21, il programma prevede CORDE OBLIQUE IN CONCERTO con Riccardo Prencipe alla chitarra, Alfredo Notarloberti al violino, Alessio Sica e Umberto Lepore e Annalisa Madonna sono, invece, il batterista e il bassista e la voce del gruppo. Corde Oblique è un gruppo musicale ethereal folk progressive italiano fondato nel 2005 e diretto dal musicista Riccardo Prencipe; i loro brani hanno un’intima connessione con il patrimonio storico artistico italiano. Numerosi i concerti a partire dal 2008: Parigi (Fr), Clisson (Fr), Roma, Huy (Be), Lipsia (Ge), Nordhofen (Ge), Firenze, Bergamo, Milano, Colonia (Ge), Berlino (Ge), Valona (Al), Giffoni Valle Piana (in occasione del Giffoni film festival) e, nel 2015, hanno suonato in Cina. Con nove concerti realizzati, sono la prima band italiana del circuito underground ad effettuare la più lunga tournée in quel paese.

Sabato 22 aprile 2017, alle 21 e domenica 23 aprile 2017, alle 20, andrà in scena BRENDULO, OVVERO IL CHE GUEVARA DELLE COLLINE di e con Silvia Frasson, musiche eseguite in scena da Stefania Nanni. Brendulo, figlio di contadini, vive con la famiglia in una Fortezza di proprietà di ricchi conti dove la famiglia lavora a mezzadria. Gioca col figlio padroni, hanno la stessa età. Un giorno i due iniziano a fare un gioco diverso, giocano al maestro e l’alunno. E Brendulo impara a leggere e a scrivere. Questo lo porta ad aprire gli occhi sulla realtà che lo circonda. Inizia così la storia di una rivoluzione.

Sabato 6 maggio 2017, alle 21 e domenica 7 maggio 2017, alle 20, ci sarà IO, TRA DI VOI di Gianmarco Cesario e Antonio Mocciola, con Massimo Masiello, accompagnato al pianoforte da Mariano Bellopede, al contrabasso da Giuseppe Fiscale e alla fisarmonica da Giosy Cincotti. Scampato all’assedio di Vukovar, nella Slavonia nell’autunno del 1991, il giovane croato Goran, appena quattordicenne, arriva con mezzi di fortuna in Italia, con un sogno nel cuore: cantare, così come faceva nella sua terra, insieme alla sua famiglia di artisti, purtroppo non scampata allo sterminio. La musica resta il suo sogno ed anche la sua ancora di salvezza, nelle sere in cui, da solo, racconta a se stesso la sua storia, gli orrori visti e vissuti, ma anche le piccole gioie. Riuscirà Goran, cantando le canzoni del suo mito, Charles Aznavour, a realizzare il suo sogno?

Sabato 20 maggio 2017, alle 21 è previsto il concerto LEGNI & OMBRE, con Alessandro Ferrentino alle percussioni e Maria Anna Siani al violino. Legni & Ombre è un progetto di Alessandro Ferrentino, multipercussionista salernitano, frutto dei suoi studi condotti in questi anni sulla musica etnica e popolare. La sua ricerca porta all’incontro tra suoni che provengono dal mondo che ci circonda con quelli, a volte impercettibili, nascosti tra le pieghe della nostra coscienza. Arricchito dalla presenza del violino di Maria Anna Siani, il progetto si avvale di strumenti a percussione a suono determinato e indeterminato, facendo uso in particolar modo degli Hang Drums. Legni & Ombre, due elementi così distinti, ma che hanno bisogno di compensarsi per dare vita ad un paesaggio sonoro. I

nfo CAOS TEATRO Via Della Libertà 412C 80010 Villaricca (NA) cell. 3284566017 web: www.caosteatro.com

fb: www.facebook.com/Caos-Teatro-783587545116981/?fref=ts

Google maps: Caos Teatro

www.puntomagazine.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *